Motta: «E pensare che non dovevo esserci»

«E pensare che non dovevo neanche partire per Reggio. Poi ho parlato con il mister e sono andato in panchina. Sento ancora un po' di fastidio alla caviglia, ma sono contento di aver segnato questa rete così importante». Ci scherza su Thiago Motta, al termine della gara che l'ha visto protagonista assoluto pur giocando solo venticinque minuti. Assist al bacio e rete decisiva con il quale il Genoa infrange un altro tabù e vince sullo Stretto, dove gli era successo una volta sola in tutta la sua storia ultracentenaria. Il centrocampista verdeoro comunque ha ripreso già ieri la preparazione in palestra per poter tornare al massimo della forma, ma al Pio XII non era solo. Giornata infatti di allenamento personalizzato anche per Milito, Paro e Scarpi che hanno seguito la propria scheda di lavoro preparata dallo staff medico rossoblù. Nel pomeriggio ci sarà la ripresa generale degli allenamenti per preparare la sfida contro la Juventus di sabato sera, dove rientrerà dal turno di squalifica il capitano Marco Rossi. La prevendita al Genoa Store e sul circuito Listicket sta andando a gonfie vele, oltre tremila i biglietti venduti, e si preannuncia dunque il tutto esaurito al Luigi Ferraris.