«Motu proprio» La scelta assoluta del Pontefice

«Motu proprio» è un’espressione latina (tradotta significa «di propria iniziativa») che indica un documento, una nomina o in generale una decisione presa appunto «di propria iniziativa» da chi ne ha il potere o la facoltà. È diventata, per antonomasia, la definizione di un documento papale che deriva direttamente dalla volontà del Pontefice e non è stato inizialmente proposto da un organismo della Curia romana. Secondo il Codice di diritto canonico, infatti, il Papa è dotato di tutti i poteri per esercitare sovranità ordinaria, piena e immediata su tutta la Chiesa universale, sulle diocesi e in materia di dottrina. La decisione attesa nelle prossime settimane è in linea con quanto, da cardinale, Ratzinger ha più volte affermato sulla riforma liturgica.