Mourinho e Ronaldo in coppia: Ci hanno derubato. Ma lo dicono con la mano

L'allenatore e l'asso portoghese hanno fatto il classico gesto di chi ruba, davanti alle telecamere all'aeroporto. Un modo «elegante» per chiudere le sfide di quest'anno con il Barcellona. Almeno in questo il duo è tornato ad andare d'accordo

Chi pensa che Mourinho e Cristiano Ronaldo stiano per separarsi dopo la differenza di vedute circa il modo di giocare contro il Barcellona, a Madrid, legga un attimo qui di seguito. Un gesto con la mano a portata di telecamere, le dita che accarezzano l'aria per esprimere un concetto più chiaro di mille parole: «Siamo stati derubati». E così Mourinho e Cristiano Ronaldo hanno espresso quel che pensano circa il ritorno con il Barcellona e l'eliminazione del Real. Si saranno parlati o il sangue da connazionali porta a vedere le cose nello stesso modo?
Di certo l'ultimo atto del Clasico non ha spento i veleni. Magari ha appianato la ruggine tra il fuoriclasse e il suo allenatore. A sentire la stampa spagnola di fede madridista in tanti, nel viaggio che ha riportato il Real a casa, hanno ripetuto quella frase: «Siamo stati derubati». Un concetto già espresso a caldo da Iker Casillas: «Gli arbitri ci hanno colpito. Ci hanno derubato qui e lì», le parole del portiere del Real Madrid riferite al doppio confronto in Europa con gli storici rivali.
E all'aeroporto di Barcellona, Mourinho e Cristiano Ronaldo hanno ribadito il concetto con quel gesto eloquente carpito dalle tv. Certo, la sportività è un'altra cosa. Se Mourinho era già famoso per gesti eclatanti e non certo eleganti, Ronaldo fa un passo indietro nel fair play. Mourinho non accetta la sconfitta e, come al solito, pensa che le buone regole debbano essere seguite solo dagli altri. Cristiano Ronaldo invece rischia di rovinarsi la reputazione. Ma questo è il calcio che insegna Mourinho.