Mourinho fa 100 in solitario Stavolta deve ringraziare Cruz

Lecce chiuso, in attacco non si passa: risolve l’argentino. Josè taglia il traguardo delle sfide in casa senza perdere

INTER
6.5 JULIO CESAR. Rischia di annoiarsi, al 19’ si fa trovare pronto sul tiro di Esposito. Fa poco, ma è molto. Come dice Mourinho è pagato bene per questo
6,5 ZANETTI. Seicento partite in nerazzurro, l’ennesima prestazione concreta da applausi. Da festeggiare.
6 CORDOBA. Diligente, attento alla posizione, non fa sbavature.
6 BURDISSO. Senza acuti ma non fa nemmeno nulla per farsi maledire.
5,5 CHIVU. Seconda partita dopo l’operazione alla spalla. Il vero Chivu è un’altra cosa. (dal 71’ Cruz 7: gli basta poco, giusto i tempo di sudare un po’ e fare gol).
5 VIEIRA. Si fa vedere subito in avvio: testata con Burdisso. Fine. (dal 46’ Quaresma 6: propone e crea. Molto meglio).
6 CAMBIASSO. Mai in affanno, sempre lucido e presente. E’ una garanzia.
5,5 STANKOVIC. Corre, corre, corre, poi esce alla fine del primo tempo. Impalpabile. (dal 46’ Maicon 6,5: e con lui in campo è tutta un’altra musica).
5,5 MANCINI. Si danna l’anima, corre e crossa, ma senza la necessaria lucidità.
6 IBRAHIMOVIC. Quando tocca palla è sempre una delizia. Purtroppo la tocca troppo poco. Un suo bolide si stampa anche sulla traversa
5,5 ADRIANO. Corre, lotta, cerca il gol e se ne mangia uno quasi fatto.
All. MOURINHO 6,5. Toglie chi deve togliere, mette chi deve mettere. Che dire?
LECCE
6 BENUSSI. Sicuro, reattivo: fin quando non si trova tra gli zebedei Cruz.
6 ANGELO. Esce per infortunio, ma fin quando è in campo fa la sua parte. (dal 51’ Diamoutene 5,5: fa quello che può).
5,5 STENDARDO. Spesso in affanno, sempre generoso.
6 FABIANO. Si oppone all’onda d’urto nerazzurra, soprattutto nella ripresa.
6,5 ESPOSITO. Corre, si danna l’anima. Picchia, rincorre, fa quello che deve fare là in difesa con quelli là.
5,5 MUNARI. Qualche sbavatura di troppo.
7 ZANCHETTA. Ricuce, rilancia e prova a scardinare la difesa nerazzurra, senza fortuna.
6 ARDITO. Argina la furia nerazzurra, senza timore reverenziale.
6 ARIATTI. Generoso, tosto, ficcante, fino alla fine.
5 CACIA. Troppo poco, per uno come lui.
5 TIRIBOCCHI. Tanto cuore, poca lucidità. (dal 54’ Castillo 5,5, ma la musica non cambia).
All. Beretta 6 Mette in campo una buona squadra, che fa
una buona figura.
Arbitro: Bergonzi 6: senza problemi.