Mourinho lancia l'Inter "Lazio carica ma noi..."

Il tecnico nerazzurro avverte i suoi: all'Olimpico biancocelesti pericolosi dopo la vittoria sul Milan. Balotelli e Adriano (reduce dall'influenza) non convocati per il match. "Squadra di carattere e ben organizzata". Delio Rossi: "Contro l'Inter serve un'impresa"

La Lazio "sarà una squadra carica" e non risentirà dell’impegno in settimana in Coppa Italia contro il Milan. Così il tecnico dell’Inter Josè Mourinho alla vigilia dell’anticipo di Serie A tra i biancocelesti e i nerazzurri, in programma domani sera all’Olimpico di Roma. "La Lazio è una squadra molto ben organizzata, con un allenatore che non conosco personalmente ma che mi sembra che abbia carattere, che trasmetta un carattere molto competitivo alla squadra, che mi piace. Sarà una gara difficile, Zarate è un giocatore di qualità ma tutta la Lazio è una buona squadra. Nel girone d’andata - ha sottolineato Mourinho - abbiamo partite molto difficili fuori casa, Fiorentina, Roma, Lazio, Palermo, Milan, davvero molto difficili".

Il tecnico portoghese ha citato uno per uno tutti i giocatori biancocelesti che contro il Milan non sono scesi in campo o l’hanno fatto solamente per spezzoni di partita, arrivando alla conclusione che "solo tre giocatori, Ledesma, Pandev e Rozenhal, hanno giocato tutta la partita". Insomma, secondo Mourinho «la Lazio non ha ragione di essere stanca» e anzi "sarà caricata dalla vittoria a San Siro".

Adriano e Balotelli non ci sono Sulla formazione che manderà in campo, con Adriano e Mario Balotelli non convocati (il primo perché reduce da influenza), il tecnico dell’Inter è stato chiaro: "Non abbiamo grandi problemi di infortunati o squalificati, cambiero o niente o poco". "Io preparo questa partita pensando che domenica Juve e Milan vinceranno, così giocheremo con un pò più di pressione per vincere. Poi - ha aggiunto - se vinciamo domani e la prossima settimana la distanza può aumentare un pò, ma noi dobbiamo pensare a vincere. La mia esperienza mi dice è meglio stare davanti, così non devi preoccuparti degli altri".

Il laziale Rossi: "Serve un'impresa" "Per battere l’Inter serve un’impresa, perché quella nerazzurra è la squadra più forte in assoluto del panorama internazionale. Ha grandi qualità tecniche e forza fisica, noi comunque faremo la nostra partita". Non usa giri di parole, Delio Rossi, per evidenziare la difficoltà della partita che i biancocelesti giocheranno domani sera allo stadio Olimpico contro i campioni d’Italia dell’Inter. Il tecnico laziale ha poi fatto un appello al pubblico biancoceleste: "Avere uno stadio pieno ci potrebbe aiutare, perchè questa partite è meglio giocarle in 12. L’Inter, comunque, ha già perso in campionato contro il Milan e in Champions League contro il Panathinaikos, quindi vuol dire che non è imbattibile. Noi ci giocheremo la partita, male che ci vada perderemo". L’ultima battuta e sul Mourinho: "È un ottimo allenatore ed è anche una persona intelligente, lo sta dimostrando per come gestisce il gruppo nerazzurro".