Movado, design all’avanguardia dal lontano 1881

Movado, che origina da La Chaux-de-Fonds, in Svizzera, può contare su una tradizione che continua dal 1881, all’insegna di tanti brevetti (più di 100, tra cui l’Ermeto e il Polyplan) e un design di straordinaria avanguardia ancora oggi. Su queste basi, oggi, la Maison, brand di punta del Gruppo guidato da Efraim Grinberg, differenzia la propria proposta su diverse direttrici, tra cui il Datron. Un modello ispirato dal cronografo automatico Movado Datron del 1970. Nel 2010 hanno visto la luce due crono in edizione limitata e un solotempo con bracciale. Particolare è la versione crono in oro rosa (ma anche in acciaio) con movimento automatico di matrice Eta (42 ore di carica), visibile attraverso il fondello di vetro zaffiro. La cassa tonneau da 40 mm di diametro è disegnata sugli schemi della tradizione, con finitura satinata della carrure e trattamento lucido sui tratti angolari e sulla lunetta. I pulsanti a pompa accompagnano una corona massiccia e zigrinata serrata a pressione. Il quadrante, protetto dal cristallo zaffiro bombato, è rigorosamente bicolore, in silver soleil con quadrati sussidiari grigio antracite o viceversa; le lancette sono a bastone in oro rosa su indici a barretta luminescenti. Inevitabile il tocco iconico per la visualizzazione della data, indicata su finestrella rotonda al 12, a omaggiare l’emblematico punto Museum. Cinturino in coccodrillo marrone.