«Movida più sicura» Guardie armate contro alcol e spinelli

Movida sì, ma sotto controllo. A vigilare sul popolo della notte, nelle vie più mondane di Milano, saranno le guardie giurate, con tanto di armi. La proposta arriva dai commercianti e raccoglie parecchi consensi a Palazzo Marino. Si comincia con l’Arco della Pace.
Obbiettivo è evitare il consumo di droghe leggere tra i ragazzi che frequentano i locali. L’idea quindi è quella di arruolare due guardie armate per tutta la stagione estiva, fino alla metà di settembre. A pensare al loro stipendio - 25mila euro - saranno i commercianti. In pista anche quattro steward pagati per controllare che la clientela dei locali notturni non disturbi la quiete pubblica fino all’alba.
Parte anche il piano contro il parcheggio selvaggio di chi va a divertirsi: venerdì sarà infatti siglata la convenzione per mettere a disposizione dei giovani i parcheggi delle Ferrovie dello stato, quello del Malpensa express, in grado di ospitare 33mila auto a prezzi convenzionati. La differenza ovviamente ce la mettono i commercianti. Intanto è allo studio un’ordinanza per vietare il consumo di alcolici nei bicchieri di vetro.