Da Mozart a Rossini serata alla Scala con i «perfezionisti»

L’Accademia scaligera prepara i giovani orchestrali

Appuntamento con la grande musica stasera alla Scala (ore 20) con un concerto dell’Accademia di Perfezionamento e dell’Orchestra diretta da Tiziano Severini.
Il programma è estremamente vasto e comprende la Sinfonia dal Barbiere di Siviglia di Rossini e varie arie: «Hai già vinto la causa» dalle Nozze di Figaro di Mozart (baritono Guido Loconsolo), «Oh quante volte» da I Capuleti e i Montecchi di Bellini (con il soprano Sabrina Amè), «Où va la jeune Indou» da Lakmè di Delibes (soprano Ye Won Joo), «O ma lyre immortelle» da Sapho di Gounod (mezzosoprano Ketevan Kemoklidze).
Il programma prosegue con «Je veux vivre» dal Roméo et Juliette di Gounod (soprano Irina Kapanadze), «Kuda, kuda vi udalilis» dall’Evgenij Onegin di Caikovskij (tenore Tiberius Simu), «Ella giammai m’amò» dal Don Carlo di Verdi (basso Carlo Malinverno), «Il faut partir» da La fille du régiment di Donizetti (soprano Nino Machaidze) e «Com’è bello, quale incanto» da Lucrezia Borgia (soprano Francesca Ruospo).
Infine alcune delle arie più care: «E lucean le stelle» dalla Tosca di Puccini (tenore Thiago Arancam), «Pleurez, pleurez mes yeux» da Le Cid di Massenet (soprano Teresa Romano), con una conclusione alla grande: il Finale del primo atto «Nella testa ho un campanello»“ dall’Italiana in Algeri di Rossini con tutti gli interpreti.
L'Accademia di Perfezionamento per Professori d'Orchestra del Teatro alla Scala ha come compito la preparazione dei giovani strumentisti ai concorsi per l'inserimento in orchestre nazionali e internazionali.
Lezioni individuali di strumento, musica da camera, sezioni d'orchestra ed esercitazioni orchestrali sono integrate dalle lezioni di storia e analisi del repertorio musicale, tecniche di rilassamento, tecniche di ricerca attiva del lavoro, fisiopatologia e disciplina giuridica. Sono inoltre previsti periodi di stage finalizzati alla preparazione di programmi da concerto, durante i quali gli allievi si esibiscono pubblicamente in formazioni sinfoniche e da camera.
La direzione dei concerti e le esercitazioni orchestrali sono state affidate a direttori quali Daniele Callegari, Stefano Ranzani, Corrado Rovaris, Roberto Rizzi Brignoli, Nicola Luisotti, Fabrizio Maria Carminati, Marco Zuccarini, Christopher Franklin, Alessandro Crudele, Alessandro Ferrari, Tiziano Severini.
L’Accademia di Perfezionamento è nata per volontà di Riccardo Muti nell'ottobre 1997 con l'obiettivo di dare continuità storica alla tradizione lirica italiana, raccogliendo idealmente l'eredità della gloriosa Scuola dei «Cadetti della Scala» voluta da Arturo Toscanini negli anni Cinquanta. Fra i docenti di fama internazionale nomi come Leyla Gencer, Luis Alva, Teresa Berganza, Christa Ludwig, Leo Nucci, Renata Scotto, Luciana Serra e Shirley Verrett.