Una mozione contro l’arbitrato

Il calcio entra in consiglio provinciale. L’iniziativa è di Alessio Bevilacqua, capo gruppo di Alleanza Nazionale nella quinta Circoscrizione della Val Polcevera, che ha scritto una mozione in cui chiede al presidente della Provincia iniziative contro gli enti calcistici per le decisioni dell’arbitrato del 26 ottobre scorso. «La mia mozione spiega Bevilacqua - non contine simboli partitici, in quanto è espressione di un’intera città. Genova è la città dove è nato il calcio. I nostri sportivi non sono secondi a nessuno e non è giusto che ci siano stati due diversi criteri di giustizia nei confronti del Genoa che, per l’illecito sportivo della partita dell’ultima giornata del campionato 2004-2005 contro il già retrocesso Venezia, è stato doppiamente retrocesso con l’aggiunta di due diverse penalizzazioni (distanti 7 mesi una dall’altra) mentre per le squadre coinvolte nello scandalo più grave che sia mai avvenuto nel nomdo del cacio, ovvero “calciopoli” ci sia stata una doppia grazia con una doppia riduzione di pena».
Adesso la mozione dovrà essere votata dal consiglio della quinta Circoscrizione e, se passerà, sarà tutto nelle mani della Provincia che deciderà come muoversi.