Mozioni alla Camera Il Terzo polo si asterrà sulla sfiducia al ministro Calderoli

Il Terzo polo si asterrà alla Camera sulla mozione di sfiducia targata Idv al ministro delle Riforme istituzionali Roberto Calderoli. Lo ha deciso il coordinamento unitario di Camera e Senato di Udc, Fli, Api, Mpa e Libdem, che si è riunito per decidere l’orientamento di fronte a una serie di votazioni in programma. Ancora indecisioni sulla riforma Gelmini. A parte il no per la mozione di sfiducia a Calderoli, il Terzo Polo alla Camera voterà a favore delle proposte sull’emergenza rifiuti. Tra i provvedimenti in discussione anche la riforma fiscale, per la quale ci sarà un sì compatto alle tre mozioni presentate rispettivamente da Udc, Fli e Api. E ancora: favorevoli al pacchetto sull’imprenditorialità e al Ddl per la soppressione delle province. Al Senato arriverà un sì alla ratifica del trattato per l’assegnazione dei seggi del parlamento europeo, ma anche al ddl sugli incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia. Per i provvedimenti in materia di riordino dell’università e della scuola, ovvero la riforma Gelmini, il coordinamento ha rimandato alle discussioni in atto in Senato. Infine, una richiesta «logistica» in arrivo: i senatori chiederanno al presidente Renato Schifani di poter sedere vicini nell’emiciclo dell’aula.