Mps, parte il rush finale nella gara per la Sgr Le offerte entro marzo

Monte Paschi attiva il conto alla rovescia per la vendita della maggioranza di Mps asset management: la Sgr del gruppo a cui il presidente Giuseppe Mussari rinuncia in vista dell’impegnativo acquisto di Antonveneta (giovedì ci sarà l’assemblea per l’aumento di capitale). I pretendenti, secondo quanto ha ricostruito Radiocor, dovranno presentare le offerte vincolanti entro fine mese. In questi giorni sono iniziate le presentazioni con i soggetti ammessi alla short list. Tra questi figurano il fondo Carlyle, Clessidra, Glg Partners e Hellman & Friedman. In palio, nella gara curata da Jp Morgan e Merrill Lynch, ci sono due quote di Mps asset management Sgr (che controlla Mps alternative investements e Mps asset management ireland) che l’istituto senese intende cedere rispettivamente a un partner finanziario e a uno industriale. A entrambi, secondo le intenzioni di Mps, andrebbe una quota vicina al 33%. Tra i programmi in vista per la nuova Mps am ci sarebbe anche la quotazione in Borsa in un orizzonte temporale di 3-5 anni.