Mps, primi contatti con Abn Amro

La strada che porta verso l’Olanda, anche se ancora lunga, sembrerebbe proprio quella intrapresa dal Monte del Paschi di Siena. Oltre a un accordo con un gruppo olandese per Mps Vita (in pole position tra i possibili partner della divisione assicurativa del gruppo ci sono sempre Aegon e Fortis e gli advisor presenteranno le proprie indicazioni entro i primi di ottobre), sembra che ci siano stati dei primi contatti, «informali», con Abn Amro. A quanto risulta nessuna trattativa è stata ancora avviata, ma a Rocca Salimbeni alcuni tecnici sarebbero stati messi al lavoro per trovare eventuali soluzioni utili a realizzare una joint venture con il gruppo olandese su Antonveneta. Una soluzione che garantirebbe al Monte, con gli sportelli di Antoveneta presenti nel ricco mercato del Nord-est, di raggiungere l’obiettivo del 10-11% del mercato domestico, indicato nelle scorse settimane dal presidente Giuseppe Mussari. L’accordo garantirebbe a Siena di mantenere la propria indipendenza, non sarebbe prevista nessuna ipotesi di fusione, ma allo stesso tempo darebbe al Monte la possibilità di crescere. Dal Monte, nessuno conferma che ci sia uno studio sull’ipotesi olandese. Certo che lo studio della joint venture potrebbe aver bisogno di tempi medio lunghi (si parla di almeno tre-quattro mesi). Un periodo durante il quale Mussari e il Cda dovranno anche sciogliere il nodo di Unipol trovando un acquirente disposto a limare la partecipazione in Finsoe (27%).