Mps Tre liste per il cda Axa scende in campo

Sono tre le squadre in gara per il rinnovo del consiglio di amministrazione del Monte dei Paschi che nel prossimo quadriennio avrà 12 posti rispetto ai dieci attuali: l’ultima parola spetta all’assemblea dei soci in agenda il 29 aprile. Le liste che sono state depositate sono: quella della Fondazione Mps; quella di Caltagirone, Unicoop Firenze e dei soci privati ex-Banca del Salento; quella di Axa. È la prima volta che il gruppo francese, alleato del Monte nel mercato della bancassurance, punta a trovare posto nel cda dell’istituto senese. Il presidente Giuseppe Mussari apre la lista dei candidati della Fondazione (cui fa capo il 45,8% del capitale ordinario di Mps) ed è destinato alla riconferma. Non figura invece alcun rappresentante di Unipol che oggi è rappresentata nel board di Rocca Salimbeni dal presidente Pierluigi Stefanini. La Fondazione candida poi Ernesto Rabizzi (attuale vicepresidente dell’istituto), Fabio Borghi, Graziano Costantini, Alfredo Monaci e Andrea Pisaneschi. La lista firmata da Caltagirone, Unicoop, e dai soci che fanno riferimento a Lorenzo Gorgoni (11,02% di Mps) candida invece Francesco Gaetano Caltagirone (attuale vicepresidente di Mps), Turiddo Campaini, Lorenzo Gorgoni e Carlo Querci (consiglieri uscenti), oltre a Massimiliano Capece Minutolo e Mario Delfini. Infine Axa, che ha il 4,58% della banca senese, ha indicato Frédéric Marie de Courtois d’Arcollierès (ad di Axa Mps Assicurazioni Vita) e Paolo Andrea Rossi (ad di Axa Assicurazioni Spa). Presentate inoltre le candidature per il collegio sindacale.