La MRoma a Milano non perde la testa E il 13 in Coppa Cev contro l’Olympiacos

Non si è ripetuto il passo falso di Eurolega, quando contro i modesti francesi del Roanne, la Lottomatica è stata capace di non entrare mai in partita, perdendo un incontro che proprio oggi, nei sorteggi di Madrid, potrebbe costar caro. In campionato Roma supera per 82-73 la Legea Scafati e si conferma al secondo posto a pari merito con Montegranaro e Avellino. All’inizio, Repesa attacca Hawkins a Hatten ma ben presto la mossa si mostra non efficace visto che il play della Legea scappa via spesso al giocatore della Virtus, segnando e regalando assist preziosi. In evidenza tra i campani Datome, mentre Lorbek soffre con Killingsworth. Il primo quarto si chiude con Roma avanti di un soffio (21-20). Roma soffre anche nei secondi dieci, subendo un Datome scatenato e un Cantone che spegne Ukic. In questa fase Roma è tutta nelle mani fatate di Lorbek che dalla lunga e in post non ne sbaglia una. Datome giganteggia ma la Legea commette l'errore di non capitalizzare sbagliando tiri e perdendo palloni pesanti. E allora Roma, proprio con una tripla di Hawkins torna in parità. Alla pausa Roma avanti sul 48-41. Al ritorno in campo dopo la pausa lunga, ancora Hawkins scava il solco tra le due squadre firmando il massimo vantaggio per Roma sul 52-41. De La Fuente è il vero faro del gruppo, in campo non sbaglia mai decisione, e Scafati, pian piano, arretra, lasciando il centro del ring ad una Lottomatica che seppur priva di Allan Ray, non risparmia gioco e geometrie che permettono alla squadra di spegnere l'ardore dei campani. Il finale sembra scritto, anche se nei minuti finali, una Roma distratta, rischia oltremodo per il successo finale.
Stamane a Madrid, come detto, verranno sorteggiati i gironi di Top16 di Eurolega. Nella prima fascia ci sono Cska, Panathinaikos, Vilnius e Real Madrid. Nella seconda il Maccabi Tel Aviv, la MPS Siena, il Tau Vitoria e Malaga. Nella terza fascia lo Zalgiris, l’Efes Pilsen, il Fenerbhace e il Barcellona. In quarta fascia, Lottomatica, Partizan, Aris e Olympiacos. Partite facili, arrivati a questo punto, non ce ne sono, ma se dal bussolotto uscissero Vilnius, Malaga e Efes Pilsen, coach Repesa sarebbe probabilmente più felice.