Mtv è la bussola della nuova musica

MilanoDove va la musica? Ma soprattutto dove vanno i gusti musicali dei giovani? A Mtv le antenne sono sempre dritte, anche perché i tempi impongono estrema attenzione: la musica, insomma, non se la passa un granché bene, almeno come business. Loro, i giovani, vi accedono invece con facilità sempre maggiore, tra download e tv. «I ragazzi sono sempre più interessati alla musica, e al contempo il sistema discografico sta collassando, bisogna studiare nuove alternative»: il pensiero viene da Antonio Campo Dall'Orto, il vicepresidente di Mtv International, che ha scelto il piccolo ma simbolico studio del programma Trl («un punto di riferimento musicale per l'ultima generazione») per presentare le ultime iniziative del network musicale più popolare tra i giovanissimi. Musica da ogni media, concerti, strategie di avvicinamento al fatidico 2012 satellitare, e anche un progetto, annunciato come embrionale, di format tv che vedrà coinvolta la celeberrima band dei Coldplay. «Mtv pretende di essere un fattore di critica all’accesso della musica - spiega Campo Dall'Orto -. Il nostro pubblico ha un enorme accesso alla produzione musicale, ma spesso non sa come muoversi». Ecco allora programmi come Mtv Push, che intende segnalare artisti emergenti su tutte le piattaforme Mtv mondiali. E tra gli eventi principali della primavera-estate targata Mtv c’è stato senza dubbio il «Green Day Exclusive» di venerdì scorso, anteprima assoluta mondiale di Know Your Enemy, il nuovo video dei Green Day tratto dall’album 21st Century Breakdown. Riflettori anche sulla quarta edizione dei Trl Awards da Piazza d'Unità d’Italia a Trieste: il 16 maggio sul palco sono attesi artisti come Arisa, Max Pezzali, Cesare Cremonini, Alesha Dixon, Dolcenera, Finley, Giusy Ferreri. Infine, il festival Isle of Mtv a Malta (8 luglio, guest star Black Eyed Peas, Lady Gaga e Metro Station) e l’inevitabile Mtv Day del 12 settembre a Genova.