«Multa di 50 euro a chi vuole prenderci in giro»

«Noi interisti sappiamo bene perchè non riusciamo più a stare tranquilli anche quando tutto sembra già fatto - dice Michele Mozzati del duo Gino & Michele -. Del resto dopo tutto quello che ci è successo abbiamo le nostre buone ragioni. Anche se qualche volta mi assale un dubbio: per esempio questa sudamericanite che ci contraddistingue, siamo sicuri che ci fa bene? Poi finisce che in Italia perdiamo gli scudetti e in Europa, come è noto, non si gioca la coppa Libertadores».
Sì, d’accordo, ma il pessimismo da dove viene?
«Non è pessimismo, in fondo problemi grossi non ce ne sono, tanto è vero che non si saprebbe come rinforzare una squadra già molto forte».
Ma allora di cosa avete paura?
«Non lo so. So che alla domenica ci troviamo in tribuna con Salvatores, Ligabue, Bertolino, Joele Dix, Key Rush, Aldo, Giovanni e Giacomo, a volte Fiorello e Paolo Rossi e ci facciamo forza. Fa parte della nostra natura di interisti, lasciateci stare, siamo fatti così. E poi ormai giocare sulle nostre sfortune è un sistema che ha dilagato. Per esempio, quando facciamo i provini per i comici di Zelig sappiamo già che tutti avranno in repertorio una barzelletta sull’Inter o Moratti. A noi non piace fare i censori, quindi diciamo: se è buona la mettiamo in scena, ma a prescindere si pagano 50 euro di multa per ogni barzelletta sull’Inter».
E funziona?
«Abbiamo messo il ricavato in un salvadanaio e lo abbiamo donato a Emergency. Credo che almeno qualche corsia di ospedale l’abbiano pagata i comici di Zelig».