Multa da capogiro per gli allievi con videofonino

Girava col videotelefonino in classe durante le lezioni. Aveva ripreso anche scene e situazioni che era meglio non riprendere. Il professore se n'è accorto e ha avvisato il preside che ha chiamato la polizia postale. È successo a Imperia, a metà ottobre scorso, all'Istituto per geometri Ruffini, dove gli investigatori non solo hanno sequestrato il telefonino ma hanno fatto una multa allo studente, maggiorenne, per violazione del codice della privacy. La sanzione amministrativa per violazione del codice della privacy va da un minimo di 9mila a un massimo di 18mila euro. È la prima volta che questa norma viene applicata e se il Garante accoglierà la richiesta, la decisione potrebbe diventare pilota. E potrebbe essere l’inizio della fine per la moda del filmato rubato su You Tube.