Multa al «digitale terrestre»

L’Antitrust ha applicato per la prima volta i poteri sanzionatori della “Legge Giulietti” sulla pubblicità ingannevole, infliggendo una multa di 10mila euro all’Associazione italiana per lo sviluppo del digitale televisivo terrestre (Dgtv). L’associazione è stata condannata per inottemperanza a una delibera dell’Autorità del 14 ottobre 2004 che vietava l’ulteriore diffusione di un messaggio, diffuso sul sito dell’organizzazione, che pubblicizzava in maniera giudicata ingannevole i pregi e le potenzialità della Tv digitale.