Multata per topless ottiene risarcimento di 29mila dollari

da New York

Ha ottenuto un risarcimento di 29mila dollari perché la polizia le aveva negato il diritto di andare in giro in topless, come autorizzato invece dalla legge. È successo a New York, dove Jill Coccaro, 27 anni, una artista hippy nota sotto lo pseudonimo di Phoenix Feeley, è riuscita a vincere questa insolita causa sui diritti civili. I fatti risalgono a circa 2 anni fa, il 4 agosto 2005, verso l'una di notte. Faceva caldo e Jill aveva deciso di muoversi sui suoi pattini a rotelle a torso nudo, sulla Delancey Street, nel trendissimo Lower East Side. Quando la polizia l'ha fermata, la ragazza ha spiegato che non stava infrangendo nessuna legge, visto che un tribunale statale aveva riconosciuto, nel 1992, che anche le donne possono andare per strada a torso nudo. Ma non è servito a nulla. I poliziotti l'avrebbero messa in guardina per 12 ore, impedendole di rivestirsi perché le avevano strappato la sua tuta e obbligata addirittura a subire un esame psichiatrico. Il caso della giovane artista aveva immediatamente suscitato una ondata di proteste e una decina di giorni dopo una manifestazione topless era stata organizzata a Central park.