Multe anti bivacco La prima vittima: un bimbo di 4 anni

Non è nemmeno riuscito a dare il primo morso al suo panino, quando per il piccolo, solo 4 anni, è scattata una multa di 50 euro. Invano la mamma ha chiesto di parlare al sindaco per spiegargli che il piccolo non aveva nemmeno iniziato a mangiare. Il capo di gabinetto ha suggerito alla donna di presentare ricorso. Il piccolo è la prima vittima del decreto antibivacco firmato nei giorni scorsi dal sindaco di Verona, Flavio Tosi. «Mi spiace per i genitori del bambino, sono loro ovviamente i multati e non il figlioletto, ma l’ordinanza che vieta di consumare cibi sulla scalinata di palazzo Barbieri e di altri monumenti cittadini è ampiamente pubblicizzata ed è sicuramente nota ai veronesi». Così il primo cittadino ha commentato la multa inflitta alla famiglia di Grezzana (Verona). «Ho dato comunque disposizione al comando dalla polizia municipale - ha aggiunto - di verificare se sia stata corretta e non eccessiva l’applicazione della sanzione ai genitori. Ricordo che in ogni caso, come già detto loro questa mattina dal capo della mia segreteria, possono presentare ricorso alla polizia municipale».