Multe, tra Comune e ausiliari è guerra

Gli ausiliari della sosta si rifiutano di multare le auto in divieto di sosta. Almeno l’80 per cento delle 184 divise Atm ha deciso: «Firmiamo soltanto i verbali delle macchine posteggiate nelle strisce blu che non hanno pagato il tagliando». Qualcuno è incerto addirittura se sanzionare «le auto che nelle strisce blu espongono un gratta e sosta scaduto», qualcun altro multa le auto sulle strisce pedonali «ma solo se può dimostrare che c’è stato un esplicito reclamo». Quel che regna fra i viceghisa è tanta confusione ma c’è anche tanta rabbia. All’indomani del provvedimento comunale che dal primo dicembre ripristina i poteri degli ausiliari, la protesta cresce: «Non abbiamo ricevuto alcun comunicato scritto - dicono gli ausiliari - Se lavoriamo per Atm perché dobbiamo multare per conto del Comune? Ma soprattutto perché nessuno ci dà una risposta?» Per questi motivi è in calendario una scaletta di agitazioni: venerdì sciopero insieme agli autoferrotranvieri e poi il 22 e il 23 con manifestazione davanti al Comune.