Multe, incassati 124mila euro Oggi il secondo giorno di stop

Ottocento multe, cento all’ora tra le 10 e le 18. Si è chiuso con un bilancio di 3.700 controlli (e 124mila euro in cassa) il primo blocco antismog, oggi si replica con le stesse modalità. Il sindaco ieri sera ha «ringraziato i milanesi che hanno dimostrato un senso civico esemplare». I cittadini sostiene Giuliano Pisapia «hanno compreso il significato di questa decisione, a fronte di un'emergenza sanitaria che ha reso doveroso e urgente, un provvedimento straordinario. Mi rendo conto che possano aver subito un disagio, ma ha vinto il senso di responsabilità, perché l'obiettivo comune è quello di respirare un'aria più pulita e vivere in una città più a misura d'uomo». Usare «il trasporto pubblico e scegliere la mobilità sostenibile per gli spostamenti in città, non solo in questi giorni particolar - prosegue - i, è la giusta via per ottenere una migliore qualità dell'aria e una città più vivibile. Da parte nostra continueremo a fare tutto il possibile per potenziare i mezzi pubblici e l'uso delle biciclette nel nostro Comune». Peccato che ieri la metropolitane era al collasso e il bike sharing è andato in tilt per due ore e mezza.
Oggi si replica con il blocco: dalle ore 10 alle 18 di nuovo ferme tutte le auto (comprese le gpl, ibride e a metano), moto e scooter, hanno il via libera solo i veicoli elettrici e le categorie che rientrano nelle deroghe. Chiuse le scuole di tutta la città.