Multe: scovati 2,5 milioni

Il 70% dei tedeschi paga dopo la notifica. Spagnoli e greci «furbetti»

Il caso più recente riguarda un francese che ha sfrecciato in via Palmanova la notte tra il 4 e 5 agosto a 211 chilometri all'ora. Con calma, sarà raggiunto da una multa a domicilio da 1.104 euro. L'autovelox non perdona. Ma 3 stranieri su 4 la fanno franca, è difficile per il Comune ( e spesso i Paesi fuori Ue non collaborano) risalire al proprietario di una targa estera. Da due anni ha affidato ad una ditta esterna l'incarico, ha investito 800mila euro e ha incassato circa due milioni e mezzo. Il contratto scadeva a fine luglio ma è stato già rinnovato fino al 31 ottobre. Il 70 per cento delle notifiche inviate ad automobilisti tedeschi, svedesi o danesi è stata pagata. Più furbetti invece spagnoli, portoghesi e greci, che ricevano la sanzione ma continuano a far finta di niente, sperando di farla franca. L'assessore Rozza: «Ora miglioreremo i sistemi telematici per intervenire in maniera più veloce e cogente».