Multe con telecamere e palmari: è guerra alle auto in doppia fila

Parte il piano di De Corato per snellire il traffico: «Questo è il mio
metodo». In 62 vie «sensibili» gli occhi elettronici fotograferanno le
vetture in divieto. I 300 ghisa con i computer potranno immortalare i trasgressori: la sanzione arriva a casa

Non solo vigili e ausiliari della sosta. Il vicesindaco Riccardo De Corato, fresco della delega al Traffico, arruola anche le telecamere per la sicurezza nella guerra alle auto in doppia fila. E fornisce ai vigili i palmari con cui fotografare le auto che ostruiscono il traffico, consentendo una verbalizzazione elettronica della multa. Nessuna crociata, nessun accanimento contro gli automobilisti. Semplicemente la promessa di riuscire nell’impresa in cui hanno fallito i suoi predecessori: fluidificare il traffico in città e contribuire così anche alla riduzione dell’inquinamento. La decisione ieri dopo una riunione dedicata alla mobilità, insieme all'assessore alle Aree cittadine Andrea Mascaretti e con i presidenti dei nove consigli di zona. «L’avvio di un nuovo metodo - promette De Corato -. Il traffico non si dirige restando chiusi nelle stanze di Palazzo Marino». Già pronta, a soli tre giorni dal nuovo incarico (che si aggiunge all’assessorato alla Sicurezza) un lunga lista di incontri. «Con i residenti - spiega - e i commercianti. Spesso i loro interessi non coincidono, il mio compito è cercar di trovare una mediazione». Un messaggio inviato anche alla Lega che per sabato ha organizzato una manifestazione contro la sosta a pagamento per i residenti del primo tratto di viale Monza.
Un problema, quello dei parcheggi, tra i più spinosi. Il programma di De Corato prevede ora di eliminare progressivamente le strisce gialle, permettendo ai residenti di parcheggiare gratuitamente su tutte le strisce blu. Rivedendo anche la delibera che dispone una turnazione dove vi sia una forte presenza di attività commerciali. Se si arriverà a questa modifica, i residenti potranno parcheggiare gratuitamente anche nel tratto di viale Monza da piazzale Loreto al Rilevato Ferroviario dove ci sono 170 posti, dei 4.270 complessivi, riservati anche gli acquirenti che possono sostare nei pressi dei negozi.
Tolleranza zero, dunque, ma senza infierire. Con gli agenti della polizia municipale in strada «soprattutto a scopo dissuasivo e gli ausiliari della sosta che, con la nuova qualifica di “ispettori”, potranno multare anche chi lascia l’auto in doppia fila». E la videosorveglianza per multare auto in seconda fila senza conducente. «L’equazione sosta uguale multa non esiste - promette De Corato -. Per ora abbiamo individuato tre ambiti dove inizieremo a sanzionare la sosta selvaggia: nelle vie dell’area Ecopass dove il calibro stradale spesso consente a malapena il passaggio di due auto, nelle zone servite da parcheggi e nelle strade di grande scorrimento». Già mappate 62 vie dove aumenteranno controlli e multe. Contro le auto in doppia fila, in queste aree, saranno utilizzate anche le telecamere per la sicurezza e per agevolare il compito della polizia locale, trecento agenti avranno a disposizione palmari con cui fotografare le auto, le targhe e verbalizzare elettronicamente la multa. Nel mirino anche «la circolazione nel centro dei Sirio pesanti che creano ingorghi e danneggiano i binari».