Municipio al veleno Siri contro tutti Scacco a Cimaschi

Diffide, lettere riservate che nessuno può vedere, minacce di querela. «Roba da codice penale», assicurano alcuni consiglieri che sanno e non dicono. Giovedì sera, durante la riunione del consiglio di municipio Centro Est a villa Piaggio, non mancava neanche l'avvocato pronto ad acquisire le registrazioni della seduta. Insomma, rischia di finire in tribunale l'esperienza del centrodestra al municipio che comprende Castelletto, Carignano, Oregina-Lagaccio e centro storico. Intanto, giovedì si è consumato l'ennesimo atto di un canovaccio già visto dopo la sfiducia (il 17 giugno) dell'ex presidente del Municipio, l'arancione Aldo Siri, e la nomina al suo posto del suo ex delfino, Enrico Cimaschi. All'ordine del giorno, per il terzo consiglio consecutivo in meno di due mesi, la nomina degli assessori che dovrebbero (...)