Muore a 10 mesi nel bagnetto: madre indagata

La tragedia a Cinisi (Palermo): la donna, di rogine russa, ha detto di essersi allontanata un attimo mentre la piccola era nella vasca e di averla trovata a testa in giù nell'acqua. Inutile la corsa in ospedale. Ora è indagata per omicidio colposo

Palermo - È indagata per omicidio colposo la madre della bimba di 10 mesi annegata mentre la donna le faceva il bagno nella vaschetta, nella loro abitazione a Cinisi. La donna, di origine russa, sposata con un uomo originario del posto, ha anche un altro figlio di quattro anni. Ha dichiarato ai carabinieri, che l’hanno sentita, di avere lasciato per alcuni istanti la bambina nella vaschetta, e di essersi allontanata e di averla ritrovata, testa in giù nell’acqua, al suo ritorno. La piccola, priva di conoscenza, è stata portata dall’ambulanza del 118 all’ospedale dei Bambini, ma è arrivata morta. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Carini.