Muore a 43 anni Rotella, ex centrocampista del Genoa

Un'altra stella si aggiunge al firmamento rossoblù in cielo. È quella di Franco Rotella stroncato da un terribile male a soli 43 anni. Lascia la moglie Nadia ed il figlio Simone, giocatore della Berretti rossoblù. Dopo i primi calci nel Baiardo, approda al Genoa, dove svolge tutta la trafila delle giovanili. Il 12 febbraio del 1994 Gigi Simoni lo fa esordire in Serie A contro il Pisa. «Un dolore enorme per questo ragazzo buono e sempre allegro» confida l'attuale dt del Gubbio che aggiunge: «Mi è sempre piaciuto dedicarmi ai giovani, per cercare di aiutarli a crescere sia dal punto di vista tecnico che da quello umano, e con Franco si era instaurato un rapporto splendido. Era un ragazzo meraviglioso». Nel campionato successivo arriva la prima rete con la casacca rossoblù contro il Varese. Passato in prestito alla Spal, l'anno dopo ritorna al Genoa: cinque campionati, 69 presenze e tre gol. Con l'arrivo di Osvaldo Bagnoli, lascia il Genoa ed approda al Pisa. Tre campionati di ottimo livello con la formazione toscana che lascia per approdare all'Atalanta. Vince il campionato di Serie B ed arriva in finale di Coppa Italia. Chiude la carriera nell'Imperia e ultimamente lavorava come opinionista televisivo. «Siamo cresciuti assieme - confida Luca Chiappino, mister della Primavera del Genoa - ed abbiamo anche condiviso la camera a Ferrara, la prima volta che ci affacciavamo al professionismo. Una persona speciale che c'era sempre quando avevi bisogno di una parola di conforto o di aiuto». I funerali domani alle 10 nella Chiesa dell'Ospedale di San Martino.