Muore in barca, il fratello dorme e non se ne accorge

È Pietro Barbetti, 31 anni, nipote e omonimo del noto fondatore delle «Cementerie Barbetti» con sede a Gubbio (Perugia), l’uomo trovato stamani privo di vita seduto su una poltrona a bordo della sua barca ormeggiata nel porto turistico di Scarlino (Grosseto). Sull’imbarcazione si trovava anche il fratello minore, Filippo (29 anni), che dormiva in cabina e, come ha detto in seguito ai carabinieri, non si era accorto di nulla fino all’arrivo dei vigili del fuoco (dai quali è stato svegliato) e dei carabinieri allertati dai familiari preoccupati delle numerose telefonate rimaste senza risposta. Sulle cause del decesso i carabinieri, al momento, non si pronunciano e sarà probabilmente l’esito dell’autopsia disposta dal magistrato a poterle chiarire.