Muore bimba palestinese ferita dalla polizia israeliana

Gerusalemme - È deceduta la scorsa notte in un ospedale di Gerusalemme Abir Aramin, 10 anni, una bambina palestinese rimasta ferita martedì all'ingresso della sua scuola nel rione Anatot mentre nelle vicinanze un reparto della guardia di frontiera israeliana disperdeva con la forza un gruppo di dimostranti. Abir è stata trovata priva di sensi sul terreno, con una grave ferita alla testa. Secondo il padre Bassam Aramin - un dirigente del gruppo israelo-palestinese "Combattenti della pace" - è stata vittima dell'intervento degli agenti. Il quotidiano Haaretz scrive che ai medici israeliani la lesione al cranio è sembrata dovuta ad una onda d'urto: forse provocata dalla esplosione ravvicinata di uno dei petardi utilizzati dagli agenti. Il gruppo "Combattenti per la pace" ha pubblicato un comunicato in cui assicura che farà tutto il possibile affinchè i responsabili della morte di Abir siano identificati e puniti. "Continueremo con ancora maggiore energia la nostra lotta non violenta contro l'occupazione", afferma il gruppo.