Muore bimba di tre anni L'ospedale l'aveva dimessa

Ricoverata all'ospedale di Sora, era stata dimessa perché, secondo i medici, non aveva nulla. Ma ha continuato a stare male ed è stata portata, con l'eliambulanza, al San Camillo di Roma. Poi il decesso. Fatale morbo congenito. Aperta un'inchiesta

Roma - Una bimba di tre anni è morta ieri sera nell'ospedale San Camillo di Roma, a causa di una probabile infezione non diagnosticata. La bimba, che era residente a Monte San Giovanni Campano, (Frosinone), era stata portata in un primo momento all'ospedale SS Trinità di Sora, da dove era stata dimessa perché, secondo i medici, non aveva nulla. La vicenda è ora al vaglio della magistratura, che ha disposto per i prossimi giorni l'esame autoptico. Ad accorgersi che la piccola non stava bene è stata la mamma che ha avvisato il pediatra di famiglia. "La sonnolenza anomala, la stanchezza unita ad una lipotermia fanno presupporre che ci sia un'infezione in circolo. La bambina va subito ricoverata in ospedale per approfondire la diagnosi", aveva detto il medico alla mamma. Così, nel primo pomeriggio di sabato scorso, la piccola era stata accompagnata all'ospedale sorano dove i pediatri l'hanno visitata e dimessa. Domenica mattina la bimba si è svegliata tardi e poco prima di pranzo l'ha nuovamente visitata il pediatra di famiglia che ha sollecitato la famiglia a chiamare il 118, che l'ha portata all' Umberto I a Frosinone. Gli specialisti dopo averla visitata l'hanno immediatamente intubata e trasferita in eliambulanza a Roma, dove èatterrata all'eliporto del San Camillo. Doveva essere ricoverata al Bambino Gesù, ma non c'è stato il tempo. È spirata poco dopo al San Camillo.
Intanto il direttore sanitario del San Camillo, Diamante Pacchiarini, fa sapere che "la bimba è morta a causa di una banale infezione polmonare, resa fatale dalla presenza di una grave malattia congenita. È arrivata al San Camillo in arresto cardiaco. Noi abbiamo fatto tutto quello che era tecnicamente e umanamente possibile".