Muore dissanguato per seguire le turiste

da Rimini

Era troppo ubriaco per rendersi conto che dall’altra parte c’era un vetro. Così ha preso a pugni la vetrata di un residence di Rivazzurra di Rimini tagliandosi la mano destra. Inutile la corsa in ospedale: il giovane turista, un trentunenne di Baranzate (Milano), è morto dissanguato poco dopo essere arrivato. Tutto per inseguire alcune ragazze straniere (due svizzere e due olandesi) che, infastidite dalle molestie, si erano rifugiate nel proprio albergo nel tentativo di seminarlo. Ma il giovane, completamente ubriaco, le ha seguite e ha cominciato a prendere a pugni la vetrata per attirare la loro attenzione.