Muore a due anni schiacciata dal televisore

Tragedia nel tardo pomeriggio di ieri, a Genova, nel quartiere di Sampierdarena. Una bimba di due anni, albanese, ha perso la vita in un appartamento in via Valter Fillak.
Secondo le prima ricostruzione della polizia sembra che si sia trattato di un incidente domestico, provocato da un televisore che le sarebbe caduto addosso. Resta da chiarire però la dinamica esatta. La piccola, Laura Hoxha, che avrebbe compiuto 2 anni il prossimo 18 settembre, era in casa con i genitori, che hanno un altro bimbo, e con lo zio. È stato lui ad avvertire il 118. Poi, forse in preda allo spavento, è corso in strada.
I passanti che hanno visto quell’uomo con la bambina in braccio, alla testa un grosso ematoma, allarmati hanno chiamato a loro volta i soccorsi. Il medico del 118 ha tentato di rianimarla in ambulanza, ma purtroppo la piccola, che aveva un brutto trauma cranico e una forte emorragia ed era parsa subito gravissima, non ce l’ha fatta, ed è mancata appena arrivata all’ospedale pediatrico Gaslini.
Mancava poco alle 18. La bimba, secondo quanto riferito dai genitori, regolari in Italia, stava giocando in sala vicino alla tv. Probabilmente si è appesa all’elettrodomestico, un apparecchio da 28 pollici, che le è piombato addosso.
I sanitari hanno deciso di chiedere l’intervento delle forze dell’ordine perché sulle prime era molto incerta la ricostruzione dei fatti. «Era un momento di confusione, chi diceva che la bambina era caduta dalle scale, chi parlava del televisore - spiegano al 118 -. Così abbiamo chiamato la polizia, affinché facesse chiarezza, anche perché il medico non ha avuto certo il tempo di salire nell’abitazione».
Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti, seguiti dal magistrato di turno Giovanni Arena, che ha compiuto un sopralluogo nell’appartamento. Allertato anche il Consolato albanese, che si è messa a disposizione della famiglia. Le indagini dovranno stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto ed eventuali responsabilità.