Muore folgorato sul tetto del treno

Sale sul tetto di un treno e muore, folgorato dai tremila watt dei cavi dell’alta tensione. E così quella che per Angelo Di Biase, 21 anni appena, doveva essere una normale serata di inizio estate è finita in tragedia. Voleva provare il brivido del pericolo, dimostrare il suo coraggio agli occhi degli amici. Invece è morto sui binari della stazione di Pinerolo (in provincia di Torino), vittima di una bravata che avevano compiuto già altre volte. Ma che stavolta è stata fatale.