Muore dopo rave party: arrestati pusher e madre

Una ragazza senese di 20 anni è morta ieri per arresto cardiocircolatorio. A ucciderla una dose di ketamina comprata a una festa abusiva. Arrestati spacciatore e madre del ragazzo

Siena - Uccisa da una dose massiccia di ketamina, un potente anestetico veterinario che sull'uomo ha effetti allucinogeni. Eleonora L., studentessa senese di 20 anni, è morta domenica mattina dopo aver trascorso il sabato sera a un rave party organizzato da gruppi di "punkabbestia" in un capanno di caccia nel territorio comunale di Sovicille, in provincia di Siena.

Arrestato lo spacciatore Dopo una giornata di indagini i carabinieri di Siena hanno arrestato lo spacciatore che avrebbe venduto la droga alla giovane studentessa. Si tratta di un ventisettenne, M.P., residente a Chiusi. Sarebbe stato lui a vendere la dose di ketamina che avrebbe provocato prima il malore e poi l’arresto cardiocircolatorio che hanno stroncato la giovane. In manette anche la madre dell’uomo. A casa dello spacciatore trovati 7 gr di hashish,un bilancino e materiale per confezionare la droga.

Arresto cardiocircolatorio
Eleonora si è sentita male intorno alle otto di domenica mattina, quando si trovava ancora nel capanno dove era stata organizzata la festa. Soccorsa, è stata portata al Policlinico "Le Scotte" di Siena, dove è morta alle 9.30 per arresto cardiocircolatorio. Quando i carabinieri sono arrivati sul luogo in cui si era tenuto il rave party non autorizzato, le sostanze illecite erano sparite, ma i militari sono convinti che alla festa si sia fatto un abbondante uso di droga. Il rave era stato organizzato tramite una catena di sms, e vi hanno preso parte giovani di Siena, Arezzo e Grosseto.

Anestetico dissociativo
  La ketamina è un anestetico utilizzato sia in medicina che in veterinaria, ma il suo potere psichedelico e il suo basso costo l’hanno fatta diventare una delle droghe più popolari nelle comunità hippy degli anni ’70 e oggi una delle sostanze utilizzate per lo "sballo" nei rave. Scientificamente è definito "anestetico dissociativo", data la sua capacità di separare la mente dal corpo, provocando in alcuni casi allucinazioni, visioni mistiche, sensazione di entrare in un’altra realtà.

Esperienza psichedelica
L’uso di ketamina a dosi elevate porta a un’esperienza psichedelica molto forte. Qualcuno, dopo averla provata, ha riferito di essersi sentito "vicino alla morte", arrivando ad avvertire una forte sensazione di essere realmente morto per poi tornare alla vita, il tutto in un’oretta circa. A dosi moderate, invece, viene utilizzata per contrastare altre droghe più veloci assunte in precedenza, come speed, amfetamine, cocaina.

Rischio di psicosi Quello principale è di non riuscire a tornare più con i piedi per terra, creando quindi un distacco sempre più forte dalla realtà. Superare un dosaggio minimo rischia di essere molto pericoloso, e per le personalità molto fragili è reale in rischio di vere e proprie psicosi.