Muore schiacciato dall’autobotte dello zio

Roberto è morto ad appena 13 anni, schiacciato da un autobotte in manovra. È successo a Somma Vesuviana, nel Napoletano. Il mezzo stava rifornendo di carburante la stazione di servizio, di proprietà del papà della giovanissima vittima. Il conducente, lo zio di Roberto, non si sarebbe accorto del ragazzino e lo ha investito. Inutile la corsa in ospedale: il tredicenne è morto durante il tragitto. Sotto choc il padre e lo zio. L'investitore è stato condotto in ospedale a seguito di un malore. I carabinieri hanno sequestrato l'autobotte e l'impianto.