Muore in windsurf a 500 metri dalla riva

Un windsurfista è morto ieri nel mare di Otranto (Lecce). Nel pomeriggio la Capitaneria ha ricevuto la segnalazione di un windsurfista in difficoltà e sono immediatamente scattate le ricerche. I soccorritori hanno prima recuperato tavola e vela e, poi, hanno trovato il cadavere di un uomo. La vittima è un infermiere di Lecce, Ovidio Aprile, di 45 anni, che lavorava all’ospedale Vito Fazzi, nella città pugliese. Il cadavere è stato recuperato dalla Guardia costiera a circa 500 metri dalla costa, nei pressi dei laghi Alimini, località a una decina di chilometri a nord di Otranto. Ad allertare la Capitaneria di porto è stata una bagnante, che aveva notato un surfista in difficoltà, nonostante le condizioni del mare non fossero proibitive.