Murano Gran Turismo la limousine dei Suv

Massimo Mambretti

Il legame tra la Nissan e il settore dell’off-road dura ormai da più di mezzo secolo e, stando anche all’imminente arrivo di un Suv di compatte dimensioni, sembra proprio che sia destinato a durare ancora molto a lungo. Ad aprire la strada al modello che sarà svelato a settembre al Salone di Parigi ci pensa, intanto, la solida reputazione che si sono costruite le altre 4x4 di famiglia: dall’inossidabile Patrol all’apprezzata X-Trail, dalla Murano da poco offerta anche nel lussuoso allestimento Gran Turismo sino alle «gemelle diverse» Pathfinder e Navara. Le tre ultime sono cronologicamente le più giovani di tutte. Infatti, state commercializzate in Italia lo scorso anno e, nonostante la giovane età, hanno tutte contribuito a consolidare la posizione della Nissan non solo nello specifico settore dove si radunano le 4x4 ma anche a livello di vendite generali. In termini ancora più ampi si può dire che la gamma 4x4 rappresenta uno dei pilastri fondamentali della redditività del business Nissan. A dimostrazione di questo, i risultati del primo semestre di Nissan Italia rilevano che le vendite realizzate tra gennaio e giugno di quest’anno sono ammontate a 28.451 unità, 5.400 delle quali imputabili alla gamma delle 4x4. Insomma, le «tutto-terreno» hanno pesato per circa il 20% sulle vendite complessive della Nissan nel nostro Paese. Un risultato di tutto rispetto, che riconferma quanto Suv, fuoristrada puri e pick-up resistano ai continui tentativi di...demonizzazione tanto da fare registrare, con la complicità di un’offerta che si amplia continuamente, una crescita delle vendite nei primi sei mesi di quest’anno del 13% rispetto all’analogo periodo del 2005. Andando ad analizzare i sub-segmenti di questo settore, si nota una crescita rilevante - il 13,2% in più rispetto allo scorso anno - di quello in cui la Nissan è presente con l’X-Trail e che costituisce la fetta più consistente dell’intero ambito 4x4, di cui rappresenta oltre il 50%. Un 10% di questo settore è rappresentato dai 4x4 medi - dove la Pathfinder è riuscita a conquistare una posizione di leadership all’interno del segmento rispetto ai diretti concorrenti a 5 porte. La sua performance ha permesso alla Nissan di conquistare una quota del 15,1% in quest’ambito unitamente ai risultati conseguiti da Terrano e Patrol. E, a proposito di quest’ultimo, va sottolineato quanto la quinta generazione di questo modello, spinto da un turbodiesel di 3 litri con 160 cv, continui a riscuotere grande consenso da parte di coloro che ne fanno un uso professionale, grazie a un regime di sviluppo costante della robusta e versatile parte meccanica. Il livello raggiunto limita le novità riguardanti gli esemplari venduti in Italia a dettagli come i cerchi da 17” e alla copertura rigida della ruota di scorta esterna, sulle versioni topo di gamma Elegance.
Per quanto riguarda, invece, i 4x4 più esclusivi va rilevato che essi costituiscono il 36% delle richieste del settore, la cui vivacità è ispirata anche dal gran numero di novità di taglia XXL. In questo contesto, dove l’85% delle consegne è rappresentato da modelli turbodiesel, Murano pur con la sola motorizzazione a benzina sta ottenendo ottimi risultati, soprattutto con l’esclusiva versione Gran Turismo che esalta le caratteristiche di questa vettura.
Ma, indubbiamente, i risultati più sorprendenti sono quelli ottenuti, nei primi sei mesi dall’anno, dal settore dei pick-up, cresciuto addirittura del 50% rispetto allo scorso anno grazie alla grande spinta impressa proprio dalla Nissan, la cui crescita è stata addirittura del 147%. Navara si è rivelato un successo indiscusso e insieme a Pick Up permette alla casa giapponese di essere una delle leader di questo segmento.