Al museo come alla Messa?

Dal culto per l’arte all’arte che sostituisce il culto? Qualche segnale, in tal senso, è già arrivato. I numeri, prima di tutto. I visitatori dei musei, soprattutto delle grandi «cattedrali della cultura», in Italia sono in aumento, come mostra la tabella che pubblichiamo in questa pagina. Mentre diminuiscono le persone che seguono abitualmente la Messa domenicale. È in atto un fenomeno di sostituzione? Camillo Langone lo sospetta fortemente e, da cattolico praticante, non soltanto parteggia per la tradizione, ma sostiene anche che le mostre sono «sottoprodotti della bellezza». Vittorio Sgarbi, da critico d’arte, ammette che sì, i musei sono di fatto cimiteri o almeno ospedali dove le opere vengono svuotate del loro significato autentico. Ma, dice Sgarbi, il rigor mortis di chi osserva un quadro Untitled è meglio delle Messe attuali, non più celebrate in latino...