Museo del Novecento, grande festa fino all'una di notte

Domani l'inaugurazione alle 14 con il sindaco Moratti e l'assessore Finazzer Flory. Spettacoli, musiche e testimonial di prestigio per chi aspetterà in coda di entrare. Orario della metropolitana prolungato e ingresso gratuito fino al 28 febbraio

Da domani Milano avrà un nuovo museo. Si inaugura alle 16, alla presenza del sindaco Letizia Moratti e dell'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory, il Museo del Novecento. Entrata da via Marconi al civico 1. Per l'occasione musica, intrattenimento e testimonial per una grande festa in onore dell'arte. Fino all'1 di notte, in collaborazione con Atm che ha prolungato il servizio della linea MM1 della metropolitana e un'intera nottata per festeggiare il nuovo spazio museale del Comune di Milano dal titolo "Il Novecento in nove mosse".
Saranno i Pic, Pronto intervento Clown della Scuola di Arti Circensi e Teatrali di Milano ad accogliere i visitatori all'esterno del Palazzo dell'Arengario dove, già a partire dalle 14, sarà diffusa la musica di Free Sound, saranno trasmessi alcuni dei brani più significativi del Novecento. Musica classica si alternerà a musica leggera, Stravinskij e Giuseppe Verdi accanto a composizioni futuriste come il Tango Viola di Franco Casavola del 1925. Canzoni simbolo della città, come Nostalgia de Milan di Antonio Rabagliati e Innamorati a Milano di Ornella Vanoni (1965) risuoneranno in piazza Duomo. E ancora Lo shampoo di Giorgio Gaber, Vengo anch'io, no tu no! Di Enzo Jannacci, Le mille bolle blu di Mina, Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno. E poi il jazz di Giorgio Gaslini e di Nino Rota con la colonna sonora di 8 ½ di Fellini.
Una volta entrati in museo, dopo un'attesa allietata anche da bevande calde distribuite in collaborazione con Milano Ristorazione, la musica continua.
E non ci sarà da stupirsi se passeggiando per le sale si incontreranno Gillo Dorfles e Marisa Merz, Elio Fiorucci e Ornella Vanoni, Camilla Bersani, Silvio Soldini, Gualtiero Marchesi, Camila Raznovich, Martina Colombari e Martina Mondadori: sono solo alcuni dei personaggi che hanno deciso di rendere omaggio al Novecento e al nuovo spazio museale del Comune di Milano.
Dalle 16 alle 19.30 all'interno del museo si potranno ascoltare interventi musicali a cura dell'orchestra Divertimento Ensemble.
Ore 16.30 - 17.45 Sala Fontana: Prima Parte degli interventi musicali per pianoforte e orchestra con musiche di compositori italiani della prima metà del '900. Dirige il Maestro Sandro Gorli. (Musiche di Petrassi, G.F. Malipiero, Pizzetti, Ghedini, Liviabella, Dallapiccola).
Ore 16.30 - 18.00 Sala Morandi: intervento musicale per flauto solista con musiche di compositori della prima metà del '900 (Berio, Bettinelli, Scelsi, Petrassi)
Ore 18.15 - 19.30 Sala Nuove Figurazioni al II piano di Palazzo Reale: Seconda Parte dell'intervento musicale per pianoforte e orchestra con musiche di compositori italiani del secondo '900. Dirige il Maestro Sandro Gorli. (Nono, Manzoni, Maderna, Castiglioni, Berio, Donatoni)
A partire dalle 20 e fino alle 24 la Sala Esposizioni Temporanee e la Sala Nuove Figurazione del Museo del Novecento ospiteranno ancora interventi di musica leggera/jazz; Manuela Boni, Helga Rose Samuelsen, Helena Hellwing ripercorreranno la storia della musica leggera del secolo scorso.
Da martedì 7 dicembre il museo sarà aperto secondo i seguenti orari: lunedì 14.30 - 19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 - 19.30; giovedì e sabato: 9.30 - 22.30. Ingresso gratuito fino al 28 febbraio. Info: 02.884.44061 - 02.0202 e www.museodelnovecento.org.