Museo della Scienza Partono i laboratori e le iniziative estive

Ingresso scontato per famiglie: 8 euro, invece di 12, se l’adulto accompagna un minore. E la domenica si gioca alla caccia all’oggetto nascosto fra le collezioni

Igor Principe

Una nuova formula per il biglietto d'ingresso e nuovi eventi. Sono questi gli elementi che caratterizzano il programma di iniziative per l'estate del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci», dirette a non far calare l'offerta culturale nel momento in cui molti milanesi, tra i fine settimana e le vacanze, lasciano la città.
«Biglietto famiglia» è il nome della combinazione di tagliandi per consentire a un adulto che accompagni un bambino di entrare al museo spendendo in tutto 8 euro (invece che i 12 del normale abbinamento intero-ridotto): 5 per il primo, 3 per il secondo, per il quale il termine «bambino» è inteso in un'accezione piuttosto elastica. Ai fini dell'ingresso, infatti, sono tali coloro che abbiano meno di diciotto anni.
Per quel che riguarda le iniziative, largo spazio è dato alle visite guidate alle collezioni e ai laboratori interattivi. Sul primo punto, l'offerta è costituita da sei appuntamenti al giorno (sette nel week end, uno ogni ora a partire dalle 11) cui ci si può prenotare al momento dell'ingresso. Le visite durano quarantacinque minuti, durante i quali si è condotti da esperti nelle sale in cui sono esposti gli strumenti che hanno fatto la storia di determinate tecniche: dalla stampa alla fotografia, dalla navigazione al fare musica.
I laboratori sono invece prerogativa del sabato e della domenica. Ispirati, come da tradizione, all'idea che fare una cosa consente di capirla, oltre che di impararla, coinvolgono i più piccoli. A loro viene chiesto, ovviamente sotto opportuna guida, di fabbricare la carta, di stampare a caratteri mobili come faceva Gutenberg sei secoli fa, di elaborare al computer modelli virtuali dei geni per verificare le leggi di Mendel.
Proseguono, inoltre, le «conversazioni musicali», appuntamento di solito riservato all'inverno. Ogni sabato alle 15, una pianista terrà un concerto spiegando come funzioni un pianoforte Erard, inventato dagli omonimi fratelli francesi alla fine del XVIII secolo scrivendo un capitolo fondamentale nell'evoluzione dello strumento. Del tutto nuova è la «caccia all'oggetto» proposta di domenica, in cui viene chiesto a tutti i visitatori di partecipare alla ricerca, eventualmente premiata, di un oggetto nascosto tra le collezioni.
Qualche conferma, oltre alle novità. Tra tutte, gli eventi speciali. Quello di oggi (ore 18) è tra i più seguiti al Museo: muovendosi all'interno di una ricostruzione moderna di una nave di Magellano, si scopre com'era la vita da marinai ai tempi delle navigazioni con cui si scoprì il mondo.
Ultima novità, infine, per gli orari: da domani si spostano di un'ora in avanti. Apertura alle 10.30; chiusura alle 18 e, sabato e domenica, alle 19.30.