Musharraf: "Pieno sostegno alla Cina"

Il leader pachistano ha detto di opporsi fermamente a
ogni tentativo di politicizzare i giochi olimpici di Pechino. Poi ha aggiunto che il Pakistan considera il Tibet come una "inalienabile parte del
territorio cinese"

Islamabad - Il leader pachistano Pervez Musharraf ha dichiarato oggi la sua contrarietà rispetto a qualsiasi tentativo di politicizzare le Olimpiadi di Pechino e il suo sostegno alla posizione della Cina contro i movimenti indipendetisti in Tibet. "Il Pakistan si oppone fermamente a ogni tentativo di politicizzare i giochi olimpici di Pechino e a ogni azione distruttiva nei confronti di questo evento", avrebbe detto Musharraf al presidente cinese Hu Jintao incontrato nell’isola meridionale di Hainan, secondo quanto riportano i media statali.

Musharraf ha poi aggiunto che il Pakistan considera il Tibet come una "inalienabile parte del territorio cinese e si oppone fermamente a ogni tentativo di separazione dalla Cina", riporta l’agenzia si stampa ufficiale Xinhua. Il Pakistan, ha detto ancora il suo presidente, intende cooperare strenuamente con la Cina per "combattere contro i terroristi e le forze estremiste". Ieri le autorità cinesi hanno dichiarato di aver arrestato 35 sospetti con l’accusa di pianificare attentati da compiere durante le olimpiadi ad agosto.