«Music box», la via italiana agli Mp3

Andrea Cuomo

Un cocktail lounge con vista su Roma per festeggiare la via italiana alla musica da scaricare, da ascoltare e da vedere. Ieri sera una folla di vip (tra gli invitati Violante Placido, Fabio Troiano, Silvio Muccino, Cristiane Filangeri, Monica Scattini, Margot Sykabonj, Claudio Santamaria, Irene Ferri, Romina Carrisi e Delfina Fendi) ha partecipato al battesimo romano di «Music box», il primo videolettore mp3 con schermo ad alta definizione collegabile a ogni sorgente audio. Un prodotto di alta tecnologia, e soprattutto di produzione italiana, nato dall’esuberante fantasia dell’imprenditore Alessandro Giglio, genovese di nascita ma romano di adozione. È lui il «patròn» di Music box, il canale musicale interattivo che va in onda 24 ore su 24 in chiaro sulle piattaforme digitali e satellitari. E ora dell’omonimo lettore, che con il canale interagisce, ma che vive di vita propria. Ed è lui che cerca di spiegare la filosofia «circolare» di un prodotto che si rivolge alle nuove generazioni ma non solo. «Mettiamo in vendita questo prodotto - spiega - convinti che il consumatore di musica, così come il cliente di un ristorante, per quanto si fidi dello chef, preferisca scegliere lui che cosa mangiare piuttosto che vedersi proporre un menu fisso. È questa la filosofia di partenza condivisa con la televisione Music box, in cui è il partecipante della community (ne abbiamo circa 200mila attivi) a scegliere i brani da mandare in onda attraverso mail o sms. Il cui ricavato, peraltro, non viene da noi incassato ma devoluto interamente all’Unicef per un progetto rivolto alle vittime dell’Aids».
«Music box» (il lettore), che è in vendita da oggi in tutti i negozi specializzati al prezzo di 149 euro che comprende anche 20 euro in video già scaricati, utilizza un esclusivo software di compressione che consente di memorizzare, nel suo giga di memoria comunque espansibile, cento video o migliaia di brani Mp3 scaricabili da qualsiasi sorgente audio: cd, computer tramite porta Usb, e anche attraverso il sito www.musicbox.it, l’unico sito europeo dal quale scaricare legalmente (a un prezzo che varia da 1 a 2,50 euro, dipendente dalle scelte delle case discografiche) i video dei maggiori artisti italiani e internazionali e dal quale scaricare gratuitamente tutto il materiale mandato in onda da «Music box» (il canale televisivo).
Ma «Music box» è anche di più: è radio, registratore vocale, album fotografico, penna Usb. Uno strumento altamente innovativo (la prima versione fu messa in vendita circa un mese prima dell’uscita del primo iPod con lettore video) che nasce da idee e capitali italiani, che sfruttano la tecnologia israeliana che (sorpresa!) è la più avanzata del mondo in materia.