La musica antidoto al male assoluto

Domani e martedì, invece, all’auditorium di via della Conciliazione verrà proposta la verdiana «Messa da Requiem» per ricordare Toscanini

Due grandi capolavori della musica sacra oggi e domani a Roma, per la ricorrenza di due importanti celebrazioni. La Missa Solemnis di Beethoven, con i complessi dell’Opera di Roma, solisti: Papatanasiu, Barcellona, Rendall, Macco, diretti da Gelmetti per ricordare il Giorno della memoria, che si celebra appunto ogni anno il 27 gennaio. La messa beethoveniana viene eseguita in una delle grandi basiliche romane, la Basilica di Santa Maria sopra Minerva, a due passi dal Pantheon (oggi e domani). La Missa Solemnis, che ebbe lunga e sofferta gestazione, con dedica all’Arciduca d’Austria, Rodolfo, in occasione della sua elezione ad arcivescovo di Olmutz, venne eseguita per la prima volta, in forma completa, nella lontana San Pietroburgo, il 18 aprile del 1824, nonostante che Beethoven vi avesse cominciato la composizione già nel 1818.
La Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, all’Auditorium Conciliazione (domani e martedì), con l’Orchestra Sinfonica di Roma, Coro del Teatro Regio di Parma e solisti di gran classe (Theodossiou, Proietti, Ombuena e Siwek) diretti da Francesco La Vecchia, onora il cinquantesimo anniversario della morte di Arturo Toscanini, le cui celebrazioni - concertistiche e discografiche - sono partite in pompa magna già da qualche giorno.
Vale la pena ricordare come la scelta di dedicare al Giorno della memoria il 27 gennaio, derivi dal fatto che il 27 gennaio del 1945 davanti agli occhi esterrefatti del mondo, l’Armata rossa spalancò i cancelli dell’inferno di Auschwitz (per una curiosa coincidenza, il 27 gennaio è anche il giorno genetliaco di Mozart, e da lui l’umanità non poteva attendersi di meglio, oltre la sua musica, che il monito a riflettere sull’Olocausto, una delle massime ingiurie dell’umanità); e ricordarlo con la Missa solemnis, il grande sofferto capolavoro appare scelta assai felice (annotazione a margine: la messa beethoveniana viene eseguita per la prima volta nella storia, dai complessi dell’Opera di Roma! Da non credere). Il sovrintendente Ernani così ha commentato l’iniziativa: «Offriamo con particolare emozione questo appuntamento come un nostro contributo di alto valore simbolico ed artistico alla diffusione del ricordo della Shoah. Il teatro dell’Opera, perciò, intende partecipare alle manifestazioni promosse dalle altre prestigiose istituzioni culturali della capitale in questi giorni».
Basilica Santa Maria sopra Minerva. Oggi e domenica (ore 20.30). Missa solemnis di Beethoven. Solisti, Orchestra e coro dell’Opera di Roma , Gelmetti direttore. Inviti da ritirare al botteghino del teatro (ore 9-17). Info:06-4816101.
Auditorium Conciliazione. Domenica 28 (ore 17,30) e martedì 30 (ore 20,30) Messa da Requiem di Verdi. Solisti, Orchestra sinfonica di Roma, Coro del Teatro Regio di Parma, La Vecchia direttore. Informazioni:06-44252303.