Musica d’autore e «giochi» di note

Ai «Concerti nel parco» anche una rilettura per bambini del «Ratto dal serraglio» di Mozart Tra i protagonisti Fabrizio Gifuni e Lina Sastri

Anche gli attori Sonia Bergamasco, Fabrizio Gifuni e Lina Sastri sono tra quanti daranno vita al programma dei Concerti nel parco di Villa Doria Pamphilj, appuntamento fisso dell’Estate Romana alla sua sedicesima edizione. La rassegna musical-teatrale diretta da Teresa Azzaro, Qualcosa d’interessante, da domani al 26 luglio proporrà appuntamenti di musica per tutti i gusti, dalla canzone d’autore al pop, dal jazz alle iniziative per i più piccoli, e poi incontri di lettura, musica classica, drammaturgia, danza. L’intento, spiega la Azzaro, è «coinvolgere un pubblico eterogeneo e curioso, che voglia familiarizzare con le tante espressioni artistiche contemporanee». Ci sarà perfino l’occasione per un’immersione nei cartoni animati più famosi dal ’70 a oggi, con il commento di un’orchestra di ottoni («Da Indiana Jones a Harry Potter», 3 luglio). Due spettacoli si collocano tra le celebrazioni per i 250 anni dalla nascita di Mozart. Si parte con Chi rapì la topina Costanza?, rilettura per bambini e ragazzi del celebre Ratto dal serraglio firmata da Roberta Vacca, con l’orchestra e il coro del conservatorio Casella dell’Aquila. A partire dal doppio senso della parola «ratto», l’autrice ambienta avventure rocambolesche nel mondo... animale (mercoledì 28 giugno). Muove poi dall’epistolario mozartiano la briosa rappresentazione del 18 luglio, ideata, diretta e interpretata dalla coppia Bergamasco-Gifuni: è I kiss your hands, «catalogo semiserio di lettere mozartiane». Gli attori sono accompagnati dalle musiche jazz di Paolo Damiani, eseguite al sax, piano e violoncello. Ancora biografia e musica colta di scena il 16 luglio, ma attraverso i diari di Robert Schumann e Clara Wieck. A firmare la drammaturgia di Casa Schumann è Licia Maglietta, interprete di film di successo come Pane e tulipani. L’attrice darà voce alle passioni dei musicisti sulle musiche di Brahms, Schumann e Wieck, eseguite da cameristi della Scala. Il 2 luglio, largo alla musica degli anni Settanta con il concerto Way to blue, omaggio al grande Nick Drake cui contribuiranno Roberto Angelini e alcuni nuovi talenti del panorama italiano. Riflettori puntati anche sulla danza, con lo spettacolo Alma y cuerpo e i bailores della compagnia Flamenco Lunares. Un po’ di Vesuvio si trasferirà inoltre nella villa romana con il Chominciamento di gioia, rappresentazione in musica della Napoli del Cinquecento (10 luglio) e con il Concerto napoletano di Lina Sastri (22 luglio). Gran finale, con Giovanni Allevi. Dopo due «tutto esaurito» a New York, il pianista presenterà il disco No concept, «dedicato all’amore» (24 luglio), mentre sarà Olivia Sellerio a rivisitare i canti popolari della Sicilia - tra cui una lirica dello scrittore Andrea Camilleri - in chiave jazzistica (26 luglio). Villa Doria Pamphilj, via San Pancrazio 10. Biglietti 8-15 euro, spettacoli ore 21.30 Info: 06.5816987.