Musica e allegria: il dono dell’esercito a 150 nonni soli

Le porte dell’ospedale militare di Baggio, in via Saint Bon, si sono aperte ieri mattina, in un grande abbraccio d’amore e solidarietà, solo ed esclusivamente per loro: gli anziani soli della città. Un gruppo di 150 persone, tra uomini e donne, infatti, è stato invitato dall’esercito, dai suoi medici e dalle sorelle volontarie della Croce Rossa, a passare una giornata pre natalizia tra musica, risate, regali e divertimento. L’iniziativa, organizzata dal maestro Stefano Festa insieme al padrone di casa, il generale Samuele Valentino, s’intitolava «Natale in Festa...con l’Esercito» e ha coinvolto i nonni assistiti dall’associazione «Emergenza Anziani» accompagnati dalla loro vice presidente, Claudia Buccellati. È stata lei a ringraziare Valentino con un ramo di ghiande d’argento «simbolo della natura che si rinnova ed è pronta a dare, sempre».
Dopo la messa nella chiesa dell’ospedale, i nonni si sono messi a tavola nella mensa militare, serviti da volontari e membri delle associazioni, ma anche da uomini e donne dell’esercito. Non solo. Al pranzo, infatti, sono arrivati anche i generali di brigata Vincenzo Satta e Camillo de Milato, il generale della Nato Giovanni Fantasia, il presidente della commissione Sicurezza del Comune Carmine Abagnale e l’ospite d’onore, l’astronauta Paolo Nespoli, giunto dopo l’evento di palazzo Cusani.
Tutti i partecipanti hanno portato quel che di più bello potevano offrire. Enrico Beruschi, che ha sempre un occhio di riguardo per il mondo della terza età, è arrivato con la sua simpatia; la cantante Annalisa Fantasia e il gruppo «Branco e la sua orchestra» hanno cantato e suonato, il mago Eta Beta, artista noto agli amanti di «Zelig», ha fatto trucchi divertenti. E, alla fine, in regalo ai nonni c’era una pioggia di 150 panettoni mandati dal notaio Luciano Quaggia e dolcetti a volontà, offerti dalla pasticceria «Eoliana» di via Ortica.