«Musica e cabaret» Il successo della solidarietà

Come è noto, lo spettacolo «Musica e Cabaret» si avvale del contributo organizzativo di Titti Quaggia e del maestro Mario Lavezzi: sono loro infatti che riescono a riunire i big della musica leggera italiana e i comici del cabaret in queste serate di beneficenza.
L’Associazione Amici del centro Dino Ferrari ha come presidente onorario Piero Ferrari, come presidente Marialuisa Trussardi, per vicepresidenti Camillo Olivetti, Angelo Moratti, Manuela Consensi Dini ed è un ente morale che supporta il Centro Dino Ferrari per la diagnosi e la terapia delle malattie neuromuscolari. Del suo Comitato d’onore fanno parte il premio Nobel Rita Levi Montalcini, la Duchessa di York, Amalia Litta Modignani, Fedele Confalonieri, Luca Cordero di Montezemolo e Bruno Dalla Piccola.
Alla serata hanno partecipato numerosi ospiti illustri, dallo stilista Elio Fiorucci ad Alberto Rusconi, già presidente onorario dell’associazione, dal direttore di Libero Vittorio Feltri a Paolo e Rosilde Pillitteri, da Arturo Artom a Giuliana Dompé, dall’assessore allo Sport e al Tempo libero Giovanni Terzi, che ha sostenuto l’evento, a Tullio e Mariagrazia Monzino.
Il tutto era finalizzato alla realizzazione di tre innovativi progetti di ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica, le distrofie muscolari e le malattie motoneuronali, spiegate al pubblico presente dal professor Nereo Bresolin, direttore del Centro Dino Ferrari dell’università degli Studi di Milano. Ci ha poi pensato Teo Teocoli a fare di un impegno civile anche un’occasione di divertimento.
\