Musica e mostre: l’arte si fa sotto la Lanterna

La Lanterna, «regale» simbolo di Genova, aspetta tutti ai suoi piedi per chiudere in festa l’estate: parte domenica prossima (fino al 25 settembre) la rassegna artistica settembrina «Sua Altezza: Eventi per la Lanterna» al Parco Urbano della Lanterna, organizzata dalla Provincia di Genova - assessorato alla cultura nella persona di Anna Dagnino - in collaborazione con la Fondazione Muvita.
Un ricco e variegato cartellone di sapore tutto genovese, che prevede spettacoli teatrali, musicali, mostre, balli (quasi tutti ad ingresso gratuito) con un occhio di riguardo ai 150 anni e che coinvolge chiunque, a partire dai più piccini. Da sottolineare i due pomeriggi dedicati e «fatti» dai bambini: sabato 17 (ore 16), «Diapason Tricolore: 150 anni di Canzone Italiana» interpretata dal coro di voci bianche «Ritornelli Vocali Misti» diretto da Elsa Guerci; segue, alle 17, «Bandaneo alla Lanterna», l’orchestra multietnica della Scuola Elementare G. Daneo in concerto; e domenica 25 (ore 16) «Tiramisù», spettacolo teatrale per bambini messo in scena dalla Compagnia del Teatro Scalzo (in caso di pioggia, l’evento si terrà presso il CULMV, Piazzale San Benigno), che chiuderà il cartellone.
Ma diamo uno sguardo agli altri appuntamenti. Domenica 4 (dalle ore 15), Disorder Drama «Rumorosi», gli Stati Generali della Musica Underground: showcase, concerti, dibattiti, laboratori; giovedì 8 (ore 21) «Canzoniere Genova» con l'Associazione Culturale Lilith, giovani artiste genovesi reinterpretano i grandi cantautori (ingresso 5 euro). Venerdì 9 (ore 21) «Imprò sotto la Lanterna», gara di improvvisazione teatrale con l’Associazione Maniman Teatro (ingresso 8 euro); venerdì 16 (ore 21) «Città della Musica sotto la Lanterna», concerto con i gruppi e gli insegnanti ci CdM (in caso di pioggia, esecuzione al CULMV). Domenica 18 (dalle ore 16) l’Associazione Contrasto presenta «Re-Port-er: la fotografia di reportage entra nel porto di Genova», anteprima della mostra multimediale + sessione/workshop di Ritratto ambientato sotto la Lanterna. Venerdì 23 (ore 21) è la volta della musica della tradizione popolare nel Risorgimento con la Filarmonica Amici dell’Arte e il gruppo «Scirvan» che, partendo da «La Bella Gigogin», si addentrerà in un curioso percorso musicale nell’Italia risorgimentale.
Sabato 24 (ore 21), di nuovo la Compagnia Teatro Scalzo con «Quentin Tarantella», una notte di Pizzica e Taranta proprio sotto a «Sua Maestà». In caso di pioggia (se non diversamente specificato) gli eventi saranno rinviati. Per informazioni, tel. 010 5499411 - 3339778048.