La musica fa suonare i luoghi dell’arte

Una festa per «far suonare i luoghi d’arte»: anche Genova e la Liguria prendono parte a «MusicArte», la Festa Europea della Musica che si celebra domani. Per tutta la giornata le città italiane apriranno musei, archivi e biblioteche per coniugare l’arte e la musica, con oltre 300 eventi gratuiti in tutta Italia. A Genova il quartiere di Prè proporrà un percorso culturale nel complesso della Commenda, con visite guidate al palazzo e alle chiese superiore e inferiore, oltre a due incontri in usica, jazz nel pomeriggio e un concerto del Gruppo Genovese di Musica Antica in serata. Aperti anche Palazzo Spinola per una conferenza sulla danza e un concerto per pianoforte e l’Archivio di Stato che apre la Corte della cinquecentesca Villa De Franceschi del Complesso di Sant’Ignazio proponendo arie e danze per liuto e chitarra. A Palazzo Reale si esibirà l’orchestra giovanile OGI-Morello mentre nell’ambito del SUQ ci saranno iniziative per i bambini e il concerto «Lengua serpentina». San Biagio ricorderà Niccolò Paganini e il Museo Chiossone presenterà l’Opera al pianoforte di Giacomo Battarino. Previsti appuntamenti anche a Masone, Mele, San Bartolomeo al Mare, Vallebona, Sanremo e Pignone.