Un musical su Padre Pio

da Roma

Padre Pio uomo moderno e attuale, grande comunicatore più d’azione che di parola: è il ritratto del santo di Pietrelcina in Actor Dei-Attore di Dio, l’opera musical diretta da Giulio Costa, che vede nel ruolo del protagonista il ventinovenne pugliese Vincenzo Caldarola, scelto fra oltre 1.000 candidati. Lo spettacolo debutterà in prima mondiale, in un teatro tenda da 3.000 persone, domani a San Giovanni Rotondo, meta del pellegrinaggio di milioni di persone e sede dell’ospedale voluto dal santo, la Casa sollievo della sofferenza, a cui andrà il 55 per cento degli incassi di ogni rappresentazione.
La vita di Padre Pio viene raccontata in tre momenti: la giovinezza, la maturazione spirituale e il periodo della costruzione dell’ospedale. In scena un cast di oltre 40 artisti, nei 60 costumi disegnati da Guillermo Mariotto. La veridicità dei fatti «è stata garantita anche nei dialoghi, che sono tratti direttamente dall’epistolario di San Pio grazie all’aiuto di Fra Luciano Lotti, supervisore del musical con padre Massimo Montagano)» ha ricordato il delegato pontificio dell’Opera di San Pio, monsignor Domenico D’Ambrosio. La vicenda si dipana attraverso ventisette canzoni, che variano dalle sonorità mediterranee della pizzicata a un’Ave Maria polifonica a cappella, balletti e proiezioni tridimensionali. Costato circa un milione e mezzo di euro, Actor Dei è costato circa un milione e mezzo di euro, 700mila dei quali provenienti dal ministero dei Beni culturali. Per Attilio Fontana, autore delle musiche insieme a Federico Capranica, Maria Grazia Fontana, Franco Ventura, Antonio Carluccio e Michela Andreozzi, era importante «evitare le parti più miracolistiche e sensazionalistiche della storia di Padre Pio, per raccontarlo come un uomo di oggi, simile a ognuno di noi, ma capace di realizzare per il bene degli altri cose incredibili». Al termine del rodaggio estivo, il musical arriverà nella prossima stagione nelle maggiori città italiane.