Musicisti esordienti in metrò

«Ai tempi di “Mala Vida”, il primo singolo dei Mano Negra del 1988, suonavamo ancora in metrò. Quando cominciò ad andare forte, il nostro videoclip fu trasmesso nel circuito della metropolitana e nessuno più ci dava soldi perché tutti dicevano: “Ci prendete in giro? Passate in televisione!”».
Racconti di vita vissuta da parte di chi, come Manu Chao, ha iniziato a far conoscere (alla testa del gruppo dei Mano Negra) la sua inconfondibile patchanka musicale esibendosi proprio nei meandri sotterranei di Parigi.
L’abbinamento musicisti esordienti e metropolitana è alla base di Talenti per natura, l’iniziativa milanese lanciata da LifeGate Radio in collaborazione con la scuola Centro Professione Musica che dal 22 aprile (che coincide con l’Earth Day, la festa americana della terra) al primo giugno (Giornata Mondiale per l’Ambiente) allestirà otto piccoli palchi in altrettante stazioni della metropolitana: per l’esattezza, San Babila, Stazione Centrale, Loreto, Porta Genova, Cordusio, Cadorna, Garibaldi e Sant'Ambrogio. Nelle «oasi musicali» - così sono stati ribattezzati i “corner” adibiti a palco - otto aspiranti band e/o musicisti proveranno l’ebbrezza dell’esibizione dal vivo. «Talenti per natura è un evento studiato per chi sogna di diventare rocker, cantautore o jazzista di professione; per allietare con tanta buona musica i trasferimenti dei cittadini; per riqualificare quelle zone ad alta affluenza, ma dal basso profilo di aggregazione; e per promuovere i valori di cui LifeGate Radio si fa portabandiera: musica di qualità e rispetto per l’ambiente», argomentano gli organizzatori. Va da sé che tutta la kermesse sarà fedele alla campagna «Impatto zero» (Internet: www.impattozero.it). Le emissioni nocive di anidride carbonica prodotte per la sua realizzazione (per esempio: materiale promozionale, palchi, spostamenti) saranno infatti compensate adottando tutta una serie di progetti finalizzati alla riqualificazione di aree boschive italiane e straniere. Un modo concreto per mettere in pratica il protocollo di Kyoto.
Talenti per natura
otto stazioni del metrò
dal 22 aprile 1° giugno